IL MOLISE ALL’EXPO

Progetto e obbiettivi, immagine territoriale e creazione di opportunità


La partecipazione del Molise all’EXPO è un’opportunità.

Per lo sviluppo dell’immagine territoriale; per la creazione di canali commerciali internazionali; per le attività di comunicazione sul territorio e l’organizzazione di eventi.

Anzitutto, la partecipazione all’Esposizione universale permette di presentare al vasto pubblico il Molise: una regione dal fascino sottile, da cogliere nella sua complessità. Una regione Fuori dai luoghi comuni.

L’aspetto paesaggistico-culturale, però, non può prescindere da quello produttivo. Ecco, allora, la Mostra delle Regioni, le iniziative “Dall’Expo ai territori”, le cantine al “Padiglione del Vino”, le aziende presenti a “Cibus è Italia” e i tanti altri input forniti per valorizzare chi fa impresa in Molise.

Ultime ma non meno importanti, le attività di comunicazione e le iniziative speciali. Un programma intenso, volto a sfruttare al massimo l’opportunità offerta da EXPO Milano 2015 senza dimenticarne i valori: garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti, nel rispetto del pianeta e dei suoi equilibri.

Un’opportunità, un impegno, presentato nelle slide a seguire:

protagonismoSettimana di Protagonismo

Dal 17 al 23 luglio 2015 all’interno del Padiglione Italia, il Molise avrà la sua settimana di protagonismo. Nello spazio espositivo situato lungo il Cardo Nord, la Regione realizzerà una straordinaria attività di promozione del proprio territorio, legato ad un’immagine di genuinità e naturalezza, capace di veicolare il messaggio di promozione territoriale in maniera virale. Il tutto immerso in una dimensione di scoperta e di bellezza inaspettata.

Partendo da un concetto di interattività, si individuano così soluzioni innovative che permettono al visitatore di immergersi in un contesto coinvolgente, capace di diffondere gli aspetti peculiari della nostra entità territoriale dalle forti potenzialità esperienziali. Olfatto, gusto, tatto, il sentire e il vedere diventano valore aggiunto di un percorso multisensoriale che riesce a creare un’atmosfera di percezione di un viaggio virtuale in Molise.

Un’esperienza fuori dai luoghi comuni, dove l’unione tra la genuinità culinaria e la cultura alimentare molisana si lega alla valorizzazione della ruralità in chiave di ricchezza dove gli elementi distintivi di unicità si integrano con le dinamiche contemporanee, con particolare riferimento ai prodotti di eccellenza quali il tartufo, il vino, l’olio, la pasta.

All’interno dello spazio espositivo si configura così l’idea progettuale utilizzando strumenti, prodotti editoriali e soluzioni sceniche collegate ad attività performative in grado di regalare unicità e multisensorialità all’esperienza di visita, creando una relazione continuativa dei visitatori anche dopo la visita.

A

15-vino-fruttaPadiglione Vino – A TASTE OF ITALY

Negli spazi espositivi del Padiglione Italia sarà realizzato uno speciale settore denominato “Vino A Taste of Italy”, un progetto dedicato all’esperienza vitivinicola italiana, frutto della collaborazione tra Ministero delle Politiche Agricole, Padiglione Italia e Veronafiere.

In questa interessante occasione, l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Molise e le cantine vinicole molisane regionali si inserisco e partecipano attivamente a questa iniziativa di valorizzazione delle produzioni enologiche. Attraverso un’esperienza emozionale che conduce il visitatore alla conoscenza storica della produzione del vino, si realizza un contesto multimediale in cui si comunica ai consumatori la qualità e le caratteristiche nutrizionali collegati ai metodi di produzione.

Si valorizzano così le diverse produzioni vinicole molisane attraverso attività sensoriali e percorsi unici che regalano una visione originale in cui il prodotto molisano trova spazio in tutte le sue innumerevoli storie e sfumature, realizzando una vetrina imperdibile.

A


padiglione italiaLA MOSTRA DELLE REGIONI

La Mostra delle Regioni, a cura del creativo Marco Balich, sarà allestita nel Padiglione Italia. I contenuti sono stati ideati e progettati seguendo quattro piani concettuali rappresentativi delle potenze italiane:

  • Potenza del saper fare: un misto di creatività, eccellenza e innovazione nel quale il Molise racconterà dell’allevamento dell’antica razza podolica;
  • Potenza della bellezza: turismo, qualità della vita e paesaggi rappresentati dal trabucco, prolungamento della terra ferma nel mare, e da due meravigliosi esempi di architettura religiosa;
  • Potenza del limite: tradizione, gestione delle risorse e resilienza si traducono nell’impegno a  recuperare, conservare e incrementare la coltivazione delle leguminose autoctone molisane;
  • Potenza del futuro: lo spazio in cui regioni e territori pianteranno un germoglio autoctono per creare un giardino bio-diverso.